[Salta tutti i menu e vai all'area principale dei contenuti di questa pagina] [Vai direttamente al box In Evidenza] [Vai direttamente al menu PRINCIPALE del sito] [Vai direttamente al menu SECONDARIO della sezione attuale]
Testo normale Testo grande Testo molto grande
Sei in: Home page > L'Ente > trasparenza2

In primo piano:

Camera_VG
altri contenuti

 

logo operazione trasparenza

 

Altri contenuti

 

 

Meccanismo di feedback ai sensi dell’articolo 3-quater comma 2 lettera b)

E' possibile rivolgersi all'URP per notificare direttamente all’amministrazione eventuali difetti riscontrati nei siti web e nelle applicazioni mobili di cui l'amministrazione è titolare, in termini di conformità ai principi di accessibilità, o per avere un riscontro sulle informazioni inaccessibili e/o per richiedere un adeguamento dei sistemi informatici a disposizione dell’utenza

Quale meccanismo di feedback è possibile inviare una e-mail all’Ufficio URP, per notificare alla Camera di Commercio Venezia Giulia i casi di mancata conformità e per richiedere informazioni e contenuti che sono esclusi dall'ambito di applicazione della direttiva. Il Responsabile della Transizione al Digitale è il Segretario Generale.

La gestione delle richieste inviate tramite il meccanismo di feedback è affidata al Responsabile dell’URP. Procedura di attuazione La richiesta va trasmessa e alla casella peo urp@vg.camcom.it indicando nell'oggetto la dicitura "notifica/segnalazione difformità sito web www.go.camcom.gov.it ".

Ogni utente può presentare un reclamo per segnalare disfunzioni o presentare proposte e suggerimenti con riferimento al sito internet della Camera di Commercio. L'URP esamina la segnalazione e valuta l’eventuale adozione di misure correttive o migliorative, comunicando al richiedente l'esito della valutazione. L'amministrazione è tenuta ad evadere la richiesta entro 30 giorni.

Nei casi di ritardo o mancata risposta il richiedente può ricorrere al titolare del potere sostitutivo, che è il Segretario Generale, scrivendo all'indirizzo peo segreteria.generale@vg.camcom.it

Il richiedente può sempre rivolgersi al “Difensore civico per il digitale” per segnalazioni relative alle presunte violazioni del Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD) o di ogni altra norma in materia di digitalizzazione ed innovazione, (art.17, comma 1 quater del CAD), e in caso di contestazione sulla dichiarazione di accessibilità o di esito insoddisfacente del monitoraggio decide in merito alla corretta attuazione della legge sulla accessibilità agli strumenti informatici per le persone con disabilità, raggiungibile al seguente link: https://www.agid.gov.it/it/agenzia/difensore-civico-il-digitale;

 

 

Bilancio di Mandato 2008/2013 > > > >

 

 

Corruzione

Relazione al 28 ottobre 2016 > > > >

Relazione al 12 gennaio 2016 > > > >

Relazione al 15 dicembre 2014 > > > >

vedi anche le Relazioni della Camera di Commercio Venezia Giulia e della Camera di Commercio di Trieste > > > >

 

vedi anche "Il Programma per la trasparenza e l'Integrità"

 

Non vi sono stati provvedimenti della CiVIT che hanno richiesto l'adozione di provvedimenti in materia di vigilanza e controllo nell'anticorruzione.

 

 

Protocollo Informatico. Manuale di Gestione flussi documentali

 

Responsabile della Conservazione

 

 

Accesso civico > > >

 

 

Accessibilità e Catalogo di dati, metadati e banche dati > > >

Nella pagina vengono descritti i dati dell'Ente gestiti dalla società consortile InfoCamere, interamente posseduta dalle Camere, e i regolamenti che disciplinano l’esercizio della facoltà di accesso telematico, come previsto dall’art. 52, comma 1, del Codice dell’Amministrazione Digitale, D.Lgs. 82/2005 - CAD.

 

 

Pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni

 

La Camera di Commercio di Gorizia ha istituito il Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni, ai sensi dell'art. 57 del D.Lgs. n. 165/2001:
Il nuovo organismo assume tutte le funzioni che la legge e i contratti collettivi attribuivano ai Comitati per le Pari Opportunità e ai Comitati paritetici sul fenomeno del mobbing.
Il Comitato esercita i compiti previsti dalla legge, secondo le direttive emanate dai Dipartimenti della Funzione Pubblica e per le Pari Opportunità.
Il Comitato ha compiti propositivi, consultivi e di verifica, e opera in collaborazione con la consigliera provinciale di parità.
Il Comitato contribuisce al miglioramento del benessere lavorativo e organizzativo ed al contrasto di qualsiasi forma di discriminazione e di violenza morale o psichica per i lavoratori, in un'ottica di continuità con le attività ed i progetti posti in essere dall'Ente.

 

 

Rilevazione Flotta di rappresentanza e auto di servizio nella PP.AA.LL.

 

 

 

Indagine di Customer Satisfaction

 

anno 2012

anno 2008

 

 

R.S.U.

 

 

Pagina aggiornata al 12/10/2016

 

 

Per contattare l'Amministrazione all'indirizzo di posta certificata scrivere a:
cciaa@pec.vg.camcom.it

 

Per eventuali problemi o segnalazioni scrivere a:

Ufficio per le Relazioni con il Pubblico - Le competenze dell'ufficio >>>
 

via Crispi 10 - 1 ° p.
tel. 0481384206

 

 

 

<<< Torna indietro

Accessibilità | Mappa del sito | Dichiarazione di accessibilità del sito web | Posta Elettronica Certificata: cciaa@pec.vg.camcom.it | Codice Fiscale / P. IVA: 01275660320 | | Privacy |Note Legali ©2007 CCIAA Gorizia - Qualunque uso è vietato se non autorizzato dall'ente